Valutazione e trattamento DSA

L’équipe DSA di Studi Cognitivi permette di ottenere in tempi rapidi una valutazione DSA e impostare un adeguato percorso di trattamento.

valutazione DSA Studi Cognitivi Milano

L’importanza di una corretta valutazione DSA

Riconoscere un eventuale Disturbo Specifico di Apprendimento (DSA) il prima possibile, e quindi effettuare una valutazione DSA tempestiva, riveste un’importanza fondamentale.

Negli ultimi anni infatti sempre più bambini giungono all’attenzione degli specialisti per difficoltà di apprendimento (lettura, scrittura, calcolo). Tali difficoltà di apprendimento esistono da sempre, ma un tempo coloro che le vivevano venivano scambiati per alunni pigri, poco volenterosi. Grazie alla maggior diffusione di conoscenze sull’argomento, alla formazione di personale specializzato e all’interesse di molti insegnanti riguardo alla tematica è oggi possibile discriminare tra lo scarso impegno e la presenza di problematiche che, se non adeguatamente riconosciute e trattate, rischiano di rendere impossibile per il bambino il raggiungimento degli obiettivi didattici. I bambini con difficoltà di apprendimento inoltre, dotati di intelligenza nella norma e ben consapevoli delle proprie difficoltà di apprendimento e delle differenze nelle prestazioni scolastiche rispetto ai compagni, rischiano spesso di andare incontro a frustrazioni tali da avere un impatto negativo a lungo termine sull’autostima. Questo può portare allo sviluppo di disturbi internalizzanti (depressione, ansia), o all’opposto di problematiche comportamentali, fino a favorire un tasso di abbandono scolastico nettamente superiore alla media. Se adeguatamente seguiti, tuttavia, i bambini con difficoltà di apprendimento sono perfettamente in grado di svolgere il medesimo programma e raggiungere gli stessi obiettivi didattici dei compagni.

Il servizio di valutazione DSA e trattamento

Il servizio nasce per venire incontro alle esigenze delle famiglie che hanno necessità di ottenere una valutazione DSA.

Particolare attenzione viene data inoltre alle necessità di insegnanti e genitori, affinché possano lavorare in rete, offrendo al bambino con difficoltà di apprendimento riferimenti stabili e risposte coerenti.

Qualora se ne individuasse il bisogno, inoltre, i bambini e i ragazzi diagnosticati possono essere incontrati per sedute di sostegno psicologico o veri e propri percorsi psicoterapeutici.

I servizi offerti comprendono:

  • valutazione DSA: valutazione di Disturbo Specifico di Apprendimento;
  • progettazione e programmazione degli interventi riabilitativi più indicati in relazione al singolo caso;
  • progettazione e programmazione degli percorsi di potenziamento cognitivo e di promozione delle abilità di studio, di comprensione del testo, di soluzione dei problemi e delle componenti metacognitive;
  • consulenza per insegnanti;
  • percorsi psicoeducativi per genitori;
  • psicoterapia e sostegno psicologico.

Come è strutturato il servizio di valutazione DSA

Il primo contatto avviene in genere telefonicamente tra i genitori e lo psicologo referente dell’équipe, il quale offre le prime informazioni sul servizio e propone un appuntamento per un primo colloquio.

Nel primo colloquio uno o due psicologi dell’équipe incontrano i genitori per raccogliere l’anamnesi e alcuni elementi della storia personale e scolastica del bambino. Solitamente si chiede ai genitori di portare con sé i quaderni del bambino, in modo da poter iniziare a svolgere le prime osservazioni. Al termine del colloquio ai genitori viene chiesto di compilare e firmare il consenso informato e, se necessario, vengono consegnati alcuni questionari autosomministrati relativi al comportamento in età evolutiva.

Successivamente i genitori vengono inviati con il bambino dal Neuropsichiatra Infantile, il quale, mediante un’approfondita visita e un esame neurologico, esclude problematiche neurologiche che potrebbero causare difficoltà di apprendimento, ma che costituirebbero fattori di esclusione per la presenza di DSA.

I successivi incontri si svolgono tra il bambino e gli psicologi dell’équipe, che somministrano test di intelligenza, di lettura, scrittura e calcolo, e se necessario altre prove neuropsicologiche quali i test per le funzioni esecutive, test di attenzione e memoria, intervista DAWBA (Development and Well Being Assessment). I test somministrati di volta in volta vengono selezionati in modo che il colloquio non risulti troppo gravoso per il bambino, indagando ad esempio tutta in una volta l’area di apprendimento che risulta per lui più problematica. Allo stesso modo le tempistiche dei colloqui vengono stabilite a seconda del singolo caso, in base all’età e al livello di concentrazione e motivazione del bambino. I colloqui con il bambino hanno in media una durata di 90 minuti.

Se necessario, il bambino incontra anche il logopedista per alcune prove specifiche di valutazione del linguaggio.

Al termine della valutazione, gli specialisti integrano i dati emersi dai colloqui e dai test e redigono la relazione di valutazione diagnostica, che consegnano ai genitori nell’ultimo colloquio, chiamato di restituzione.

Bibliografia

  • Biancardi A., Mariani E., Pieretti M. (2013) La Discalculia Evolutiva. Dai modelli neuropsicologici alla riabilitazione. Milano: Franco Angeli.
  • Celi F. & Ianes D. (2001) Il piano educativo individualizzato.  Trento: Erickson.
  • Celi F., Alberti C. e Laganà M.R. (1996) Avviamento alla lettura. Percorsi fonetici e globali. Trento: Erickson.
  • Cornoldi C. & Colpo M. (1990) Prove avanzate di comprensione della lettura. Firenze: OS.
  • Cornoldi C. (1990) Autocontrollo, metacognizione e psicopatologia dello sviluppo. Orientamenti pedagogici, 3, 492 – 511.
  • Cornoldi C. (1991) (a cura di) I disturbi dell’apprendimento. Bologna: Il Mulino.
  • Cornoldi C. (1995) Metacognizione e apprendimento. Bologna: Il Mulino.
  • Cornoldi C. (a cura di) (1991) I disturbi dell’apprendimento. Bologna: Il Mulino.
  • Cornoldi C., Colpo M. & Gruppo MT (1981) La verifica della lettura. Firenze: OS.
  • Cornoldi C., Miato L., Molin A. & Poli S. (1986) La prevenzione e il trattamento delle difficoltà di lettura e scrittura. Firenze: O.S.
  • Crisfield J. (Ed.) (1996) The dyslexia handbook. London: British Dyslexia Association.
  • De Beni R. & Pazzaglia F. (1991) Lettura e metacognizione. Trento: Erickson.
  • De Beni R., Cisotto L. e Caretti B. (2001) Psicologia della lettura e della scrittura. Trento: Erickson.
  • Farnsworth E.B. (2002) Research and global perspectives in Learning Disabilities. Remedial & Special Education, 23, 3, 190 – 192.
  • Lancioni G. (1992) Facilitare l’apprendimento. Trento:  Erickson.
  • Lucangeli D., Ianniti A., Vettori M. (2007) Lo sviluppo dell’intelligenza numerica. CarocciLa.
  • Meazzini P. (2002) La lettura negata ovvero la dislessia e i suoi miti. Guida al trattamento degli errori e delle difficoltà di lettura in «cattivi» lettori. Milano: Franco Angeli.
  • Stella G., (2002) La dislessia. Aspetti clinici, psicologici riabilitativi. Milano: Franco Angeli.
  • Stella G. (2004) Dislessia. Bologna, Il Mulino.
  • Stella G., Grandi L. (2016) Come leggere la Dislessia e i DSA. Giunti scuola.
  • Tressoldi P., Vio C. (2012) Diagnosi dei disturbi dell’apprendimento scolastico. Erickson.
  • Tressoldi P., Vio C. (2012) Il trattamento dei disturbi dell’apprendimento scolastico. Erickson.

Valutazione e trattamento DSA, le sedi a cui rivolgersi

Studi Cognitivi Firenze

Firenze

Via delle Porte Nuove, 10 50144 Firenze
Tel/Fax 055 3245357
info@scuolacognitivafirenze.it
Studi Cognitivi San Benedetto del Tronto

San Benedetto del Tronto

Via dell’Olmo, 1 – 63074 San Benedetto del Tronto
Tel 0735 587194 – Fax 0735 575140
sanbenedettodeltronto@studicognitivi.net

Valutazione e trattamento DSA, i centri clinici affiliati a cui rivolgersi