Trattamento integrato dei Disturbi Post Traumatici (PTSD) e Disturbi Dissociativi

Il servizio per la cura del Disturbo Post Traumatico e Dissociativo integra la CBT con terapia farmacologica, EMDR, Sensorimotor Psychotherapy, Mindfulness.

Trattamento integrato per il disturbo post traumatico e il disturbo dissociativo

L’importanza dei trattamenti integrati nella cura del Disturbo Post Traumatico e Dissociativo

Nel 2015 l’ISTSS (International Society for Traumatic Stress Studies, www.istss.org) ha avviato il processo di aggiornamento delle linee guida di trattamento del Disturbo Post Traumatico e Disturbi Correlati a Stress e Trauma. Le linee guida di trattamento riviste, presentano i nuovi orientamenti nei trattamenti efficaci per il Disturbo Post Traumatico, sotto la guida della Task Force stabilita dal Consiglio dell’ISTSS stessa nel 2005. Secondo le Linee Guida NICE (National Institute for Health and Care Excellence, www.nice.org.uk, 2005, in revisione nel 2015): “la terapia cognitivo-comportamentale dovrebbe essere disponibile per quelle persone con sintomi post-traumatici gravi o con grave Disturbo Post Traumatico fin dal primo mese dopo l’evento traumatico. Questi trattamenti saranno forniti di norma su base ambulatoriale individuale. Tutte le persone con Disturbo Post Traumatico dovrebbero fruire di un ciclo di trattamento psicoterapico cognitivo comportamentale di tipo trauma-focalizzato [TF CBT] e/o del trattamento attraverso lo stimolo del movimento degli occhi per le desensibilizzazione e rielaborazione [EMDR]. Questi trattamenti saranno forniti di norma su base ambulatoriale individuale”.

Secondo la letteratura oltre alla psicoterapia individuale, CBT, i pazienti dovranno beneficiare d’interventi specifici come: la terapia dialettico-comportamentale DBT (Linehan, 1993a, 1993b), la desensibilizzazione e rielaborazione attraverso i movimenti oculari (EMDR; Shapiro, 2001), la psicoterapia sensomotoria (Ogden et al., 2006). Ci sono pazienti che richiedono ulteriori trattamenti più specifici, come quelli per i disturbi alimentari e di abuso di sostanze, spesso in comorbidità con il disturbo post traumatico e/o dissociativo.

In una certa misura, la teoria, i principi e la pratica della terapia comportamentale possono guidare la cura del Disturbo Post Traumatico acuto e complesso e dei Disturbi Dissociativi. La concettualizzazione del Disturbo Post Traumatico e da Stress secondo il modello cognitivo comportamentale è utile per comprendere le reazioni post-traumatiche come la paura incondizionata, la rabbia, e la vergogna in risposta a stimoli esterni e interni che favoriscono la dissociazione. L’esplorazione e l’integrazione dei ricordi traumatici può essere definita come una forma di terapia di esposizione che permette al paziente di trasformare i ricordi traumatici. Superare le reazioni fobiche richiede anche l’esposizione (ad esempio, vivere le esperienze corporee e sensazioni emotive in precedenza evitate; collegarsi/affezionarsi ad altri soggetti, tra cui il terapeuta; sviluppare la cooperazione tra identità alternative). Ma nel tempo si è rivelato controproducente, nella maggior parte dei casi, usare delle tecniche di modificazione del comportamento per inibire l’espressione della dissociazione stessa (Ad esempio, per ignorare o tentare di estinguere l’espressione delle identità alternative). Inoltre, l’avversione condizionata o le procedure di estinzione sono generalmente controindicate perché possono evocare l’esperienza di un trauma (Linee Guida ISSTD, 2010).  Per questo dagli studi coordinati dalle società scientifiche di riferimento (ISSTS, ISSTD, ESTD) nascono le linee guida, a cui fanno riferimento anche le NICE, per indicare i trattamenti integrati, soprattutto fra CBT e EMDR, come quelli più efficaci per pazienti così sofferenti e complessi.

Contatta il centro di Psicologia e Psicoterapia

Come si struttura il trattamento integrato per il Disturbo Post Traumatico e Dissociativo

Il trattamento proposto per il Disturbo Post Traumatico e il Disturbo Dissociativo prevede una valutazione approfondita del paziente sia nell’ottica di formulare una diagnosi da DSM V, sia per ricostruirne il funzionamento sociale e globale del paziente. A seguire sarà possibile proporre il trattamento più adeguato alla specifica situazione del paziente, partendo dallo sviluppo dell’intervento iniziale da parte di uno psicoterapeuta che sarà poi il principale detentore del governo clinico del caso, per poi introdurre gradualmente lo psichiatra di riferimento per la terapia farmacologica e il / i co-terapeuta/i per l’integrazione con l’EMDR o Sensorimotor Psychotherapy o Mindfulness. Verranno attivati, quando opportuno, interventi clinici anche per le persone vicine al paziente (genitori, partner), come indicato dalle linee guida (ISSTS, 2009; ISSTD, 2010) e dagli autori di riferimento citati in bibliografia. Il terapeuta principale monitorerà costantemente il processo di trattamento, raccordandosi con i diversi terapeuti attivi sugli step dell’intervento. Periodicamente col paziente verranno condivisi i passaggi affrontati e verrà valutato lo stato di raggiungimento degli obiettivi concordati nel contratto terapeutico. A fine percorso verranno concordate almeno tre sedute di follow up per monitorare la stabilità dei risultati raggiunti.
Come si struttura concretamente il servizio/trattamento:

Come accedere al servizio di trattamento integrato per il Disturbo Post Traumatico e Dissociativo

Il paziente accede tramite richiesta telefonica o e-mail. In base alla prima richiesta, se per Disturbo Post Traumatico acuto o complesso, Disturbo Dissociativo, altri Disturbi dello spettro, o accesso ad approcci specifici (es. EMDR) viene accolto dallo psicoterapeuta competente per l’area della domanda. Verrà effettuata la valutazione psicodiagnostica e dall’esito scaturirà la proposta di intervento psicoterapeutico integrato più opportuna. Il paziente verrà informato sul trattamento e se concorde continuerà il lavoro col terapeuta inizialmente incontrato o con altro componente del gruppo ritenuto più competente per la situazione così come è stata valutata.

Bibliografia

  • APA, DSM V: Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali, Cortina, 2014.
  • Foa, Edna B. (EDT)/ Keane, Terence M. (EDT)/ Friedman, Matthew J. (EDT)/ Cohen, Judith A. (EDT)(2009). Effective Treatments for PTSD: Practice Guidelines from the International Society for Traumatic Stress Studies, 2nd Edition, Guilford Press, NY.
  • Gonzales, A., Mosquera, D. (2012). EMDR and dissociation. The progressive approach. Amazon.co.uk
  • Porges, S. W. (2011). The polivagal theory. Neurophisiological foundations of emotions, attachment, communication, self-regulation. New York: Norton
  • Fosha, D., Siegel, D. J., Solomon, M. F. (2009). Attraversare le emozioni. Volume I. Neuroscienze e psicologia dello sviluppo. Trad. it. Milano: Mimesis, 2011.
  • Fosha, D., Siegel, D. J., Solomon, M. F. (2009). Attraversare le emozioni. Volume II. Nuovi modelli di psicoterapia. Trad. it.  Milano: Mimesis, 2012Paolo Giulini, Carla Maria Xella (a cura di) (2011). Buttare la chiave? La sfida del trattamento per gli autori di reati sessuali. Milano: Cortino
  • van der Hart, O., Nijenhuis, E.R.S., Steel, K. (2006). Fantasmi nel sé. Trauma e trattamento della dissociazione strutturale. Milano: Cortina, 2011
    Liotti, G., Farina, B. (2011). Sviluppi traumatici. Milano: Cortina
  • Ogden, P., Minton, K., Pain, C. (2006). Il Trauma e il corpo. Manuale di Psicoterapia Sensomotoria (Trauma and the Body. A Sensorimotor Approach to Psychotherapy. Norton). Trad. it. Istituto di Scienze Cognitive, 2013
  • Courtois, C. A., Ford, K. D. (2013). Treatment of Complex Trauma. A sequenced, relationship-based approach. Ney York: Guilford
  • Gomez, A.M. (2013). EMDR Therapy and adjunct approach with children. Complex trauma, attachment, and dissociation. New York: Springer
  • Caretti, V., Craparo,G, Schimment, A. (2013). Memorie traumatiche e mentalizzazione. Teoria, ricerca e clinica. Roma: Astrolabio
  • Craparo, G. (2013). Il Disturbo post-traumatico da stress. Roma: Carocci
  • Ardino, V. (ed) (2011). Post-Traumatic Syndromes in Childhood and Adolescence. A Handbook of Research and Practice. Wiley-Blackwell
  • Simonetta, E. (a cura di) (2010). Esperienze traumatiche di vita in età evolutiva. EMDR come terapia. Milano: Franco Angeli
  • van der Kolk, B. (2007): Stress traumatico, Gli effetti sulla mente, sul corpo e sulla società delle esperienze intollerabili. Roma: Magi edizioni
  • Herbert C., Didonna F., Capire e superare il trauma, Erikson, 2006
  • Sassaroli S., Lorenzini R., Ruggiero GM, Psicoterapia cognitiva dell’ansia, R. Cortina Ed., 2006, MI.
  • Bradley, R. Ph. D. & Greene, J. M.A. & Russ E. & Dutra L. Westen, W. (2005): A Multidimensional
  • Meta-Analysis of Psychotherapy for PTSD. American Journal of Psychiatry (February).
  • Horowitz M.J., Sindromi di risposta allo stress. Valutazione e trattamento, Cortina, 2004, MI.
  • Bryant, R. A., Moulds, M. L., & Nixon, R. V. D. (2003). Cognitive behaviour therapy of acute stress disorder: A four-year follow-up. Behaviour Research & Therapy, 41(4), 489-494.
  • Giannantonio, M. (2002): Interventi riparativi e generativi nelle patologie gravi dell’ attaccamento e nel
  • Disturbo Post-traumatico da Stress: EMDR e psicoterapia ipnotica, Comunicazione presentata al XI Congresso Nazionale SITCC: Psicoterapia e Scienze Cognitive. Bologna: La realtà clinica tra procedure, dialogo terapeutico e ricerca scientifica, settembre 2002.
  • Yule W., DPTS-Aspetti clinici e terapia, MacGraw Hill Co.,2000, MI.
  • Andrews G., Trattamento dei disturbi d’ansia, pensiero scientifico editore, 2001, 2008, TO.
  • Brewin, C.R. & Andrews, B. & Valentine, J.D. ( 2000) in Boos (2005): Kognitive Verhaltenstherapie nach chronischer Traumatisierung. Ein Therapiemanual. Göttingen, Bern, Toronto, Seattle, Oxford, Prag: Hogrefe Verlag.
  • Kabat-Zinn J., An out-patient program in Behavioral Medicine for chronic pain patients based on the practice of mindfulness meditation: Theoretical considerations and preliminary results. Gen Hosp Psychiatry 1982; 4:33-47
  • Kabat-Zinn J., Lipoworth L., Burney R., The clinical use of mindfulness meditation for the self-regulation of chronic pain. J Behav Med 1985;8:163-190
  • Kabat-Zinn J., Wheeler E., Light T., Skillings A., Scharf M, Cropley T.G., Hosmer D., Bernhard J., Influence of a mindfulness-based stress reduction intervention on rates of skin clearing in patients with moderate to severe psoriasis undergoing phototherapy (UVB) and photochemotherapy (PUVA). Psychosom Med 1998:60:625-632.
  • Weissbecker, I., Salomon p., Stuidts J.L., Floyd A.R., Dedert E.A., Septhon S.E., Mindfulness-based stress-reduction and sense of coherence among women with fibromyalgia. J Clin Psychol Med Settings 2002;4:297-307
Contatta il centro di Psicologia e Psicoterapia

Trattamento integrato dei Disturbi Post Traumatici (PTSD) e Disturbi Dissociativi, le sedi a cui rivolgersi

Studi Cognitivi Modena

Modena

Via Scaglia Est, 15 - 41126 Modena
Tel. 059 2928080
Fax 059 2923987
modena@studicognitivi.net

Trattamento integrato dei Disturbi Post Traumatici (PTSD) e Disturbi Dissociativi, per il trattamento dei disturbi: