PsicoLogica

L'equipe di PsicoLogica propone un trattamento che prevede un inquadramento del paziente a partire da una valutazione psicodiagnostica e clinica ex DSM5.

Psicologica Modena Slide

L’importanza di terapie efficaci per ansia e depressione

PsicoLogica si occupa del trattamento di Disturbi d’Ansia e Depressione.

I Disturbi d’Ansia e la Depressione colpiscono un’alta percentuale della popolazione. Secondo una recente statistica USA quasi il 50% delle persone soffre di un Disturbo d’Ansia o Depressione almeno una volta nella vita. In Italia circa 5 milioni di persone soffrono di Depressione e 3 milioni di Disturbi d’Ansia (complessivamente, più del 10% della popolazione). Rispetto al trattamento e alla presa in carico di queste problematiche, l’OMS ha parlato di “scandalo della psichiatria”: solo il 40% dei pazienti riceve un’adeguata diagnosi, e di questi meno del 20% viene trattato correttamente.

La Terapia Cognitiva Comportamentale (TCC) è un intervento di prima scelta nel trattamento dei Disturbi di Attacco di Panico, indicato nelle linee guida internazionali; Tecniche tipiche della Terapia Cognitiva Comportamentale hanno mostrato risultati stabili nel tempo nel trattamento del Disturbo Ossessivo Compulsivo, paragonabili all’intervento farmacologico con antidepressivi (Otto et al., 2004, Ougrin 2011. Recentemente, due ricerche americane pubblicate sulla rivista scientifica JAMA Psychiatry, hanno sottolineato l’efficacia della Terapia Cognitiva Comportamentale nel trattamento della depressione, riportando risultati migliori rispetto al solo utilizzo di farmaci.

La Terapia Metacognitiva (Metacognitive Therapy o MCT) è una forma di psicoterapia di recente sviluppo che ha introdotto un nuovo modo di concettualizzare e trattare i disturbi psicologici. L’approccio MCT  è basato su una teoria introdotta da Adrian Wells e Gerald Matthews (1994) ed è stato applicato inizialmente al trattamento del Disturbo d’Ansia Generalizzata (Wells, 1995, 2000). In seguito la Terapia Metacognitiva è stata estesa a tutti i disturbi d’ansia e alla depressione con numerose evidenze sull’efficacia del trattamento che propone (per una sintesi vedi Norman, van Emmerik e Molina, 2014).

La Terapia Cognitiva Comportamentale rappresenta la psicoterapia di prima scelta nella cura dei disturbi d’ansia, panico, fobia sociale, disturbo ossessivo-compulsivo e della depressione (National Institute for Health and Care Excellence, NICE, aggiornato al 2014).

 

Che cos’è PsicoLogica

L’equipe di PsicoLogica propone un trattamento che prevede un inquadramento completo del paziente, a partire da una valutazione psicodiagnostica e clinica nell’ottica di formulare una diagnosi da DSM5, fino a  ricostruirne il funzionamento sociale e globale del paziente. A seguire sarà possibile proporre il trattamento più adeguato alla specifica situazione del paziente, partendo dallo sviluppo dell’intervento iniziale da parte di uno  psicoterapeuta che sarà poi il principale referente del caso clinico.

Laddove si ritenga opportuno un integrazione con una terapia farmacologica, verrà  indicato al paziente un professionista psichiatra che lavorerà in collaborazione con il terapeuta inviante.

Sarà inoltre possibile, quando opportuno, l’’integrazione alla terapia individuale con interventi clinici di gruppo, in linea con gli obiettivi del contratto terapeutico.

A fine percorso verranno concordate sedute di follow up per monitorare la stabilità dei risultati raggiunti.

Come è strutturato il servizio di PsicoLogica

Il paziente che chiama PsicoLogica riceve un appuntamento con un professionista del gruppo, in base a disponibilità e competenza il quale, dopo un primo colloquio, invia a valutazione psicodiagnostica (salvo casi particolari) e rivede dopo 2 settimane per effettuare una restituzione di quanto emerso con un linguaggio non tecnico (sia nel corso della valutazione che del primo colloquio). Durante la restituzione si propone un intervento, discutendo l’impostazione del trattamento.

Una volta che il paziente decide di intraprendere il percorso psicoterapeutico proposto dal professionista di PsicoLogica, parte della valutazione viene ripetuta gratuitamente a cadenze regolari per valutare l’andamento del trattamento, i risultati raggiunti ed eventuali aree su cui occorre ancora lavorare.

Il trattamento viene pianificato e concordato con il paziente nei tempi e nella frequenza, in base agli obiettivi del contratto terapeutico.

Bibliografia

  • APA (2014). DSM V: Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali, Cortina.
  • Norman, N., van Emmerik, A.A., & Morina, N. (2014). “The efficacy of metacognitive therapy for anxiety and depression: A meta-analytic review”. In Depression & Anxiety, 31, 402-411.
  • Otto, M.W, Penava, S.J., Pollack, R.A. & Smoller, J.W. (1996). “Cognitive-behavioral and pharmacologic perspectives on the treatment of post-traumatic stress disorder”. In M.H. Pollack, M.W. Otto, & J.F. Rosenbaum (Eds.), Challenges in Clinical Practice: Pharmacologic and Psychosocial Strategies (pp. 218-260). New York, NY: Guildford Press
  • Ougrin, D. (2011). “Efficacy of exposure versus cognitive therapy in anxiety disorders: systematic review and meta-analysis”. In BioMedCentral Psychiatry, 11:200
  • Sassaroli S., Lorenzini R., Ruggiero G.M. (2006). Psicoterapia cognitiva dell’ansia. Milano: R. Cortina Ed.
  • Wells, A., Matthews, G. (1994). Attention and Emotion: A Clinical Perspective. Hove, UK: Erlbaum.
  • Wells, A. (1995). “Metacognition and worry: a cognitive model of generalized anxiety disorder”. In Behavioural and Cognitive Psychotherapy, 23, 301–320
  • Wells, A. (2000). Emotional disorders and metacognition: Innovative Cognitive Therapy. Chichester, UK: Wiley.