DOMANDA DI ISCRIZIONE + REGOLAMENTO DELLA SCUOLA

1.Condizioni di ammissione al corso

1.1 L’ammissione al Corso è aperta ai laureati in Psicologia o in Medicina e Chirurgia iscritti ai rispettivi Albi. Possono essere ammessi alla scuola anche i laureati in Psicologia o in Medicina e Chirurgia non ancora in possesso dell’abilitazione all’esercizio della professione, purché conseguano il titolo entro la prima sessione utile successiva all’effettivo inizio del corso stesso e provvedano a richiedere l’iscrizione all’Albo nei 30 giorni successivi alla data di abilitazione. Il mancato superamento dell’esame di stato comporta la ripetizione del 1° anno senza costi aggiuntivi.

1.2 Per poter essere ammesso al primo anno del corso, l’Allievo dovrà sostenere e superare un colloquio di ingresso nella data che sarà comunicata dalla Scuola per iscritto. Il colloquio è finalizzato a verificare (i) le conoscenze dell’Allievo in campo psicologico, (ii) le motivazioni e le attitudini specifiche (iii) la conoscenza delle basi teoriche ed epistemologiche della prospettiva cognitiva, (iv) la conoscenza della lingua inglese e (v) la qualità e rilevanza delle eventuali pubblicazioni scientifiche.

1.3 E’ in facoltà della Scuola di istituire altresì una prova scritta di preselezione. La mancata presentazione dell’Allievo al colloquio di ingresso, o alla prova scritta di preselezione, costituisce motivo di esclusione dello stesso dal corso. Tali esami saranno tenuti da una commissione ristretta di docenti, decisa dalla Scuola.

Lo specializzando si impegna a comunicare ogni variazione che abbia luogo durante tutti gli anni del corso di specializzazione rispetto alla propria condizione di iscritto all’Ordine

1.4 In base a quanto stabilito dall’Art. 142 del R.D. n. 1592 l’allievo iscritto alla scuola di specializzazione in psicoterapia, riconosciuta dal MIUR, non potrà frequentare, per tutta la sua durata, un’altra scuola di specializzazione universitaria pubblica – e/o master –  e/o altro corso universitario di specializzazione, borsa di studio/dottorato di ricerca, così come definito dal Decreto 22 ottobre 2004, n.270.

 

2 Iscrizione con Riserva

2.1 E’ altresì consentita l’iscrizione con riserva a chi, laureato in Psicologia o in Medicina e Chirurgia, ma non ancora abilitato, consegua l’abilitazione entro la prima sessione utile di Esame di Stato a far data dall’effettivo inizio dei Corsi e si iscriva all’Albo professionale entro il mese successivo a tale Esame.

2.2 Lo specializzando che usufruisca della iscrizione con riserva si impegna a dichiarare tempestivamente alla Scuola la data effettiva del conseguimento dell’abilitazione e a richiedere entro trenta giorni da essa l’iscrizione all’Ordine

Chi, iscritto con riserva, non consegua l’abilitazione professionale nei termini indicati, decade dalla qualità di studente specializzando, con perdita di frequenze ed esami eventualmente nel frattempo conseguiti.

 

3 Modalità di accesso

3.1 L’iscrizione avviene su domanda dell’interessato, che proporrà il proprio curriculum, ed esibirà o dichiarerà i titoli di cui al precedente art.2 che sono requisito obbligatorio per l’ammissione.

3.2 La scuola, previo accertamento dei requisiti, e dopo valutazione di titoli culturali e di qualità personali, forma una graduatoria degli aspiranti; l’iscrizione sarà consentita in accordo con tale graduatoria.

3.3 Il candidato ammesso alla Scuola, perfeziona la propria iscrizione tramite il versamento di una quota non rimborsabile in caso di recesso e dovrà sottoscrivere il Regolamento della Scuola (anche per estratto).

3.4 Lo specializzando si impegna a comunicare ogni variazione che abbia luogo durante tutti gli anni del corso di specializzazione rispetto alla propria condizione di iscritto all’Ordine

3.5 L’aspirante che abbia già frequentato, anche parzialmente, un precedente corso di specializzazione in psicoterapia, sempre riconosciuto ai sensi dell’art 3 della L. 56/1989, può sottoporre alla Scuola, oltre al proprio curriculum, copia del programma della Scuola precedente; la Scuola, a proprio insindacabile giudizio, può riconoscere all’aspirante un credito formativo che può tradursi in un’abbreviazione del corso cui verrà iscritto.

La Scuola ammette al massimo n. 20 Allievi per ciascun anno del corso, fatta salva la possibilità di ospitare in alcuni casi allievi di altre classi.

 

  1. Durata e composizione del corso

4.1 Il programma didattico della scuola è quello depositato nella Istanza di Riconoscimento, e il direttore è il responsabile della sua attuazione e annualmente ne da comunicazione alle autorità ministeriali (MIUR) tramite la Relazione Illustrativa sull’Attività Didattica dell’Istituto controfirmata dal Garante del Comitato Scientifico (Art 4 comma 2 del Decreto Ministeriale 11 dicembre 1998, n.509 (G.U. 15 febbraio 1999 n.37)).

4.2 Il programma didattico è il percorso formativo cui lo studente si deve attenere per poter accedere agli esami annuali ed all’esame finale di specializzazione.

4.3 Il corso della Scuola di Specializzazione in Psicoterapia Cognitiva e Comportamentale ha una durata di 4 (quattro) anni e si articola in una formazione pratica, una formazione teorica e un tirocinio, in accordo con le disposizioni di legge e ministeriali vigenti. Sono previste fino a n. 500 ore annuali di insegnamento teorico e di formazione pratica, di cui almeno n. 100 ore annuali dedicate al tirocinio.

4.4 Ogni anno del corso prevede un numero minimo di ore di formazione così articolate: un numero minimo di 200 ore di formazione pratica, un numero minimo di 100 ore di tirocinio e un numero minimo di 100 ore di insegnamento teorico, fatti salvi adeguamenti come per legge.

4.5 L’attività di tirocinio viene effettuata nell’ambito di strutture o servizi pubblici o privati accreditati, convenzionati con la Scuola

4.6 L’attività didattica si svolge secondo un calendario prefissato annualmente dalla Scuola e comporta l’obbligatorietà della frequenza dell’Allievo.

4.7 Ogni Allievo è accompagnato per l’intera durata di ciascun anno del corso da più docenti nominati dalla Scuola che avranno la funzione di responsabili del corso caratterizzante.

  1. Docenti

5.1 I docenti (Didatti) sono individuati tra persone di comprovata e pluriennale esperienza professionale nell’area cognitivo-comportamentale, e di dimostrate competenze didattiche.

5.2 I docenti delle Lezioni accademiche e dei seminari clinici sono individuati tra studiosi di chiara e comprovata esperienza scientifica nel settore, italiani o stranieri.

  1. Frequenza

6.1 La frequenza ai corsi è obbligatoria, e costituisce requisito per poter accedere agli esami previsti dal programma.

6.2 L’assolvimento dell’obbligo di frequenza è verificato annualmente.

6.3 L’obbligo di frequenza è assolto anche in caso di assenze, se queste non superano il 30% delle ore complessive di docenza, e il 10% per le lezioni di didattica.

6.4 Lo studente che per qualsiasi causa o ragione superi il limite di assenze stabilito è tenuto a recuperare la frequenza mancante attraverso la partecipazione ad attività didattiche già programmate nel calendario didattico della scuola entro e non oltre l’anno accademico successivo; in difetto, non potrà sostenere l’esame di fine anno. A tale fine è necessario che lo studente presenti un piano di recupero assenze che dovrà essere approvato dalla Direzione.

  1. Sistemi di valutazione e esami

7.1 Per poter accedere alla frequenza degli anni successivi al primo, gli Allievi dovranno superare annualmente un esame di fronte ad una commissione nominata dalla Scuola e formata dai docenti del corso. Le specifiche modalità d’esame verranno preventivamente comunicate agli Allievi.

7.2 La commissione esprimerà una valutazione, che verrà comunicata all’Allievo.

7.3 L’ammissione all’esame finale è possibile se l’Allievo ha frequentato almeno l’70% per cento dell’attività didattica complessiva, il 90% delle ore di didattica specialistica, se ha il parere favorevole dei didatti e se ha completato il tirocinio previsto in una quota di almeno 100 ore annuali.

  1. Valutazione della qualità formativa

Ogni lezione viene valutata da parte degli Allievi in termini di soddisfazione, importanza e rilevanza della formazione ricevuta. L’allievo si impegna a valutare ogni singola lezione a cui parteciperà entro la settimana successiva alla data di frequenza. La Direzione si riserva la possibilità di monitorare il tasso di risposta per ogni singolo allievo e di segnalare all’allievo il mancato allineamento al tasso di risposta medio della scuola che è pari all’80% delle lezioni frequentate. I dati di valutazione saranno analizzati solo in forma aggregata ed è garantita ad ogni allievo la riservatezza rispetto alle valutazioni che esprimerà.

  1. Supervisione casi clinici

8.1 Parte delle ore della Formazione professionale è dedicata alla supervisione individuale in gruppo dell’attività clinica degli studenti.

8.2 E’ possibile seguire i pazienti in psicoterapia durante il corso di specializzazione solo se sistematicamente supervisionati dai docenti della Scuola.

8.3 Le prestazioni psicoterapiche rese dagli specializzandi sotto supervisione devono essere precedute dall’acquisizione da parte dello specializzando stesso, del consenso informato firmato dal paziente, come previsto dall’art 24 del Codice Deontologico degli Psicologi italiani e dall’art. 35 del Codice di Deontologia Medica.

8.3.1Le informazioni sulle quali deve acquisirsi il consenso informato devono necessariamente comprendere: a) l’indicazione che l’attività di psicoterapia si svolgerà nell’ambito della formazione prevista per l’ottenimento della specializzazione in psicoterapia; b) l’indicazione che le prestazioni verranno rese in supervisione, con una spiegazione comprensibile circa il ruolo del supervisore e le modalità di svolgimento della supervisione, nonché in quale misura essa inciderà sull’obbligo del segreto professionale; c) l’indicazione del nome del supervisore previa accettazione dello stesso; d) l’indicazione del tipo di indirizzo psicoterapeutico adottato dalla Scuola di appartenenza (Cognitivo Comportamentale), al quale lo specializzando dovrà attenersi secondo il criterio di coerenza imposto dall’art.8 , comma 4 del D. M. 11-12-1998, n° 509.

  1. Esame finale

9.1  Al termine dei quattro anni di corso, col parere favorevole dei Didatti del corso, lo studente sosterrà un esame di fronte ad una Commissione di almeno tre componenti: uno dei quali è uno dei Didatti del corso, e gli altri due sono nominati dal Collegio dei Didatti tra i Didatti di altri corsi.

9.2  L’allievo, per ottenere il rilascio del diploma di specializzazione, deve risultare iscritto all’ Ordine di appartenenza da almeno 4 anni solari. Il requisito deve essere fatto salvo anche nel caso di abbreviazioni di corso rese possibili dal riconoscimento di percorsi formativi avvenuti presso altre scuole. L’unica deroga possibile al requisito dei quattro anni solari è per l’allievo iscritto con riserva (di cui all’art. 2 del presente regolamento) che consegua l’abilitazione all’esercizio della professione entro la prima sessione utile e richieda l’iscrizione all’Ordine nei trenta giorni successivi. Si precisa che, l’allievo che non provveda entro trenta giorni a presentare domanda di iscrizione all’Ordine, perde il diritto alla deroga di cui sopra e quindi potrà ottenere il diploma di specializzazione trascorsi 4 anni dalla data di effettiva iscrizione all’Ordine.

  1. Comportamento degli Allievi

11.1 I docenti di tutti i corsi e tutti gli altri organismi della Scuola possono segnalare alla commissione disciplinare della stessa eventuali illeciti etici, professionali, amministrativi, didattici commessi dagli Allievi durante i corsi. La commissione disciplinare avrà il compito di istruire la pratica e rimetterà la stessa alla Direzione della Scuola la quale emetterà la decisione. La commissione disciplinare dovrà ascoltare l’Allievo e acquisire eventuali documenti e testimonianze.

11.2 In caso di condotte o atteggiamenti dell’Allievo in contrasto con il Codice Deontologico degli Psicologi o dei Medici o che comunque interferiscono negativamente sul corretto svolgimento delle attività didattiche, di tirocinio e, in generale, sull’esercizio della pratica professionale prevista durante il corso, la Scuola potrà assumere provvedimenti disciplinari che potranno prevedere, a seconda dei casi, la ripetizione dell’anno, la sospensione dell’Allievo dal corso a tempo determinato ovvero l’allontanamento dello stesso dalla Scuola a tempo indeterminato.

11.3 L’allievo che venga a trovarsi in una condizione di disagio personale che possa influire sull’efficace prosecuzione dell’iter formativo potrà essere richiamato ufficialmente attraverso una lettera e può essere allontanato dal corso e/o invitato a risolvere la propria situazione. La condizione può essere accertata anche sulla base di una relazione circostanziata dei Didatti del corso stesso e le conseguenti azioni sono decise dal Collegio dei Didatti. L’eventuale sospensione non comporta la perdita di quanto fin lì acquisito.

11.4 E’ fatto esplicito divieto all’accoglimento di un allievo in psicoterapia o counseling da parte dei Didatti del suo corso, e per tutta la durata del medesimo corso.

 

  1. Ritiro dalla scuola

L’Allievo che per qualsivoglia ragione o causa interrompa la fruizione delle attività didattiche prima della fine dell’anno di corso, non risolve l’obbligo di corresponsione dell’intera retta annua, se ancora dovuta in tutto o in parte. Correlativamente, il mancato assolvimento dell’obbligo economico comporta la perdita, temporanea o definitiva, della qualità di Allievo.

L’eventuale ritiro dalla scuola deve essere comunicato a mezzo raccomandata indirizzata al direttore della scuola stessa. Le rate già corrisposte non saranno restituite ma potranno essere congelate nel caso in cui l’allievo, per importanti motivi personali e previo accordo con la direzione, debba sospendere il suo percorso formativo per riprenderlo in un secondo momento.

  1. Trattamento dei dati

Il trattamento, svolto anche mediante elaborazione automatizzata, dei dati personali forniti spontaneamente dall’Allievo al momento dell’iscrizione, è finalizzato all’organizzazione dei corsi promossi dalla Scuola, ad assicurare la partecipazione dell’Allievo agli stessi e agli adempimenti amministrativo-contabili connessi, finalità di cui all’allegata informativa estesa cui si rimanda per maggiori dettagli, anche con riferimento alla durata del trattamento. Tali dati potranno essere comunicati, esclusivamente per il perseguimento delle predette finalità, a terzi espressamente autorizzati dai quali il Titolare si faccia assistere per l’organizzazione del corso, quali, a titolo esemplificativo e non esaustivo: ausiliari del Titolare (soci, collaboratori) incaricati dal Titolare del trattamento dei dati dei partecipanti al corso, segretari del corso, relatori, soggetti che operando quali Titolari autonomi prestino servizi accessori all’organizzazione del corso quali servizi logistici, di postalizzazione ecc.

I dati saranno comunicati sotto vincolo di riservatezza ed e’ prevista la trasmissione dei dati in USA (per la raccolta di questionari mediante Survey Monkey e la raccolta di adesioni ed iscrizioni mediante Mail Chimp. Sia Survey Monkey che Mail Chimp sono società aderenti al Privacy Shield).

La mancata prestazione del consenso al trattamento e alla comunicazione dei dati impedirà l’iscrizione e la partecipazione dell’Allievo al corso. Solo qualora l’Allievo fornisca il suo espresso, specifico e facoltativo consenso, i dati potranno essere altresì trattati per fornire all’Allievo informazioni e comunicazioni su altre iniziative culturali della Scuola anche in forma di newsletter elettronica.

In relazione ai predetti trattamenti potranno essere esercitati dall’Allievo i diritti di cui al Capo III del Regolamento EU n. 679/2016 agli art. 15 – 22, che comprendono:

  • ottenere la conferma circa l’esistenza o meno di dati che La riguardano;
  • conoscere l’origine dei dati, la logica e la finalità su cui si basa il trattamento;
  • ottenere l’accesso, la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco di dati trattati in violazione di Legge, l’aggiornamento, la limitazione, la rettifica, la revoca, la portabilità e l’integrazione dei dati stessi;
  • opporsi, per motivi legittimi, al trattamento dei dati stessi;
  • proporre reclamo a un’autorità di controllo ex art. 77 del Regolamento EU n. 679/2016 (https://www.garanteprivacy.it/web/guest/home/docweb/-/docweb-display/docweb/4535524

Il Titolare del trattamento dei dati personali è Studi Cognitivi S.p.A. Per l’esercizio dei propri diritti l’Allievo potrà rivolgersi ai recapiti della Scuola.

 

  1. Foro competente

Per ogni controversia relativa al presente Regolamento sarà esclusivamente competente il Foro di Milano.

  1. Regolamento economico

15.1 L’iscrizione al corso prevede la corresponsione della retta annua di € 5.104,00 (cinquemilacentoquattro) da versarsi in n. 6 rate come segue:

prima rata seconda rata terza rata quarta rata quinta rata sesta rata
€ 500,00 € 924,00 € 920,00 € 920,00 € 920,00 € 920,00
momento dell’iscrizione 30 novembre 2019 31 marzo 2020 31 maggio 2020 31 luglio 2020 30 settembre 2020

15.2 La retta annua convenuta potrà subire incrementi negli anni successivi. Tali incrementi non saranno comunque superiori all’andamento dell’inflazione come accertata dall’ISTAT.

15.3 La fruizione delle attività didattiche (frequenza ed esami) di ciascun anno di corso avviene a fronte di una retta annua convenuta all’atto della prima iscrizione.

15.4 La retta annua comprende tutte le attività didattiche, compresi segnatamente la supervisione professionale, nonché tutti gli oneri assicurativi previsti dalla Legge.

15.5 La retta annuale può essere frazionata in rate, che devono essere corrisposte alle date fissate.

15.6 L’interruzione per qualsivoglia causa o motivo da parte dello studente della fruizione delle attività didattiche non risolve l’obbligo di corresponsione dell’intera retta annua.

15.7 Il mancato assolvimento dell’obbligo economico comporta la perdita, temporanea o definitiva, della qualità di studente.



DOMANDA DI ISCRIZIONE E REGOLAMENTO DELLA SCUOLA: