Gruppi di mindfulness

I gruppi di mindfulness sono rivolti a chi può beneficiare di un intervento per migliorare le proprie competenze emotive, metacognitive e relazionali.

Mindfulness - Interventi di gruppo basati sulla minfulness

Cosa dice la letteratura scientifica sulla mindfulness

Dagli anni novanta in avanti i dati di efficacia relativi all’impiego della mindfulness nel trattamento dei vari disturbi si sono moltiplicati e tutt’ora, lo spettro di utilizzo della stessa si va via via ampliando sia in termini di target, che in termini di trattamento di disturbi specifici, che in termini di trattamenti integrati.

Fabrizio Didonna (2012) asserisce che «Le aree cliniche di utilizzo degli interventi basati sulla mindfulness sono oggigiorno estremamente numerose e diversi studi di efficacia hanno messo in evidenza la rilevanza clinica di queste forme di trattamento per molteplici disturbi. La mindfulness è una componente fondamentale per numerosi modelli terapeutici standardizzati, molti dei quali fanno parte dell’approccio cognitivo-comportamentale. Il protocollo MBSR (Kabat-Zinn 1990) è forse il primo modello che presenta un’applicazione clinica della mindfulness, ed è risultato efficace nel trattamento di diversi disturbi d’ansia, in modo particolare il Disturbo d’Ansia Generalizzata, il Disturbo di Panico e la Fobia Sociale (Kabat-Zinn, 1992; Borkovec e Sharpless 2004, 2004; Miller et al., 1995). La Mindfulness-Based Cognitive TherapyMBCT (Segal, Williams e Teasdale, 2002) è un’integrazione tra Terapia Cognitiva e il protocollo MBSR che si è rivelata efficace nel ridurre in modo significativo le ricadute nella depressione».

Altre possibili applicazioni possono essere: il disturbo da uso di sostanza (Marlatt, 2002) e disturbi del comportamento alimentare (Kristeller & Hallet, 1999; Telch, Agras & Linehan, 2001). Inoltre Marsha Linhean l’ha incluso nel protocollo DBT per il trattamento dei disturbi di personalità.