Valutazione psicodiagnostica

Valutazione psicodiagnostica - Servizio rivolto agli adulti e agli adolescenti

L’importanza della valutazione psicodiagnostica

L’assessement  (o accertamento del problema) è un percorso valutativo che permette, attraverso modalità e strumenti specifici, di raccogliere informazioni e prendere decisioni strategicamente orientate fondamentali per l’efficacia del trattamento del paziente. Gli strumenti dell’assessment sono il colloquio clinico e la valutazione psicodiagnostica.

La valutazione psicodiagnostica si inserisce infatti all’interno dell’accertamento che risulta essenziale per l’organizzazione dell’intervento clinico, la scelta del terapeuta, la condivisione del progetto psicoterapeutico con il paziente.

Che cos'è la valutazione psicodiagnostica

L’accertamento è un percorso valutativo che permette, attraverso modalità e strumenti specifici, di raccogliere informazioni e prendere decisioni strategicamente orientate fondamentali per l’efficacia del trattamento del paziente. Inoltre l’accertamento rende il paziente più consapevole di qual è il suo problema, quali sono gli strumenti migliori per affrontarlo e quali sono i tempi e i costi presunti dell’intervento. Ad esempio, comprendere fin dall’inizio che la persona che chiede un trattamento soffre di ansia permetterà di concentrarsi su stati d’animo di pericolo e di fragilità e su rimuginii mentali; se soffre di depressione suggerirà che occorre lavorare su stati d’animo di fallimento e perdita di senso; e così via.

Il modello di accertamento utilizza strumenti validati e riconosciuti a livello internazionale. La valutazione psicodiagnostica utilizza interviste semistrutturate e test self-report (test autosomministrati a crocette). Una parte degli strumenti utilizzati si basa sul lavoro del Centro di Ricerca Studi Cognitivi.

Valutazione Psicodiagnostica: il primo passo del percorso di cura

Come si struttura la valutazione psicodiagnostica

Valutazione psicodiagnostica per adulti

La valutazione psicodiagnostica iniziale è composta da un primo colloquio con un clinico esperto. Seguono due sessioni della durata di 90 minuti circa dove vengono somministrati interviste strutturate, questionari e test psicologici con uno psicologo testista. L’accertamento si conclude con un secondo colloquio con il clinico esperto in cui si espongono i risultati dell’accertamento con un linguaggio non tecnico e si discute l’impostazione del trattamento.

La valutazione psicodiagnostica può focalizzarsi su aspetti sintomatologici e/o personologici.

Inoltre può essere utilizzata una valutazione denominata LIBET Booklet (Sassaroli, Bassanini, Redaelli, Caselli & Ruggiero, 2014). Il modello LIBET (Life themes and plans Implications of biased Beliefs: Elicitation and Treatment) è un modello che permette la comprensione del funzionamento di una persona all’interno della sua storia di vita senza trascurarne i sintomi. Con la LIBET è possibile avere un quadro generale della storia della propria sofferenza, che è pensata e descritta al paziente come un tentativo di gestire dolori e sofferenze che spesso appartengono a situazioni e relazioni del passato (cosiddetti “temi dolorosi”) e che per anni sono rimaste abbastanza silenti al prezzo però di non affrontarle mai, di evitarle sia nelle situazioni esterne che nei propri pensieri ed emozioni. Il modello LIBET, tramite il proprio strumento di assessement LIBET Booklet, permette di avere un quadro a 360 gradi del paziente integrando i sintomi e i problemi attuali, la storia di vita, i propri dolori e sofferenze e la loro gestione tramite strategie tipiche di quella persona.

Valutazione psicodiagnostica in età evolutiva (14-17 anni)

La valutazione psicodiagnostica iniziale è composta da un colloquio di approccio non eccessivamente formalizzato con un clinico esperto. Seguono sessioni della durata di 90 minuti circa ciascuna, dove vengono somministrati interviste strutturate, questionari e test psicologici sia al minore sia ai genitori. L’accertamento si conclude con un secondo colloquio con il clinico esperto in cui si espongono i risultati dell’accertamento con un linguaggio non tecnico e si discute l’impostazione del trattamento. Particolare attenzione è riservata alla comprensione delle caratteristiche e del significato funzionale della sintomatologia presentata dal minore e al suo inquadramento all’interno del contesto famigliare, scolastico e di vita.

Bibliografia

  • Incerti, A., Scarinci, A. (2008). Accertare l’Ansia. L’Assessment Cognitivo Comportamentale dell’Ansia. Milano: Erikson
  • S. Sassaroli , A. Bassanini , C.A. Redaelli, G. Caselli, G. MS. “UNO STUDIO PILOTA SU UN MODELLO DI CONCETTUALIZZAZIONE DEL CASO CLINICO: LIFE THEMES AND PLANS IMPLICATIONS OF BIASED BELIEFS: ELICITATION AND TREATMENT (LIBET)”. VI Forum sulla Formazione in Psicoterapia Assisi 2015 (16-18 ottobre 2013).
  • S. Sassaroli , A. Bassanini , C.A. Redaelli, G. Caselli, G. MS. “UNO STUDIO PILOTA SU UN MODELLO DI CONCETTUALIZZAZIONE DEL CASO CLINICO: LIFE THEMES AND PLANS IMPLICATIONS OF BIASED BELIEFS: ELICITATION AND TREATMENT (LIBET)”. X Congresso Nazionale SPR-Italy Area Group: Padova, 12-13-14 settembre 2014.
  • Pigazzi L., Bassanini A., Fiore F., Incerti A., Redaelli C., Ruggiero G.M., & Sassaroli S. (2014). Modello di assessment psicologico in ottica cognitivo comportamentale. XVII Congresso Nazionale SITCC (Società Italiana di Terapia Comportamentale e Cognitiva). 25-28 settembre 2014, Genova.
Valutazione Psicodiagnostica: il primo passo del percorso di cura

Valutazione psicodiagnostica, le sedi a cui rivolgersi

Studi Cognitivi Bolzano

Bolzano

Via Macello, 65 - 39100 Bolzano (Bz)
Tel 0471 975087
Fax 0471 975197
bolzano@ptcr.it
Studi Cognitivi Firenze

Firenze

Via delle Porte Nuove, 10 50144 Firenze
Tel/Fax 055 3245357
info@scuolacognitivafirenze.it
Studi Cognitivi Genova

Genova

Via Domenico Fiasella, 16/4 16122 Genova
Tel 010 8683077
genova@psicoterapiaescienzacognitiva.it
Studi Cognitivi Mestre

Mestre

Via Mestrina, 6 Scala C - 30172 Mestre (Venezia)
Tel 041 8020936
mestre@ptcr.it
Studi Cognitivi Milano

Milano

Foro Bonaparte, 57- 20121 Milano
02 4150998
02 87238216
info@studicognitivi.net
Studi Cognitivi Milano PTCR

Milano PTCR

Foro Buonaparte, 57 20121 Milano
Tel 02 4150998 – Fax 02 87238216
info@ptcr.it
Studi Cognitivi Modena

Modena

Via Scaglia Est, 15 - 41126 Modena
Via Pietro Giardini, 472 – Scala L - 41100 Modena
Tel. 059 2928080
Fax 059 2923987
modena@studicognitivi.net
Studi Cognitivi San Benedetto del Tronto

San Benedetto del Tronto

Viale Secondo Moretti, 44 63074 S. Benedetto del Tronto
Tel 0735 587194 – Fax 0735 575140
sanbenedettodeltronto@studicognitivi.net

Valutazione psicodiagnostica, i centri clinici affiliati a cui rivolgersi