Sostegno e terapia della famiglia

terapia familiare

Descrizione del servizio di sostegno e terapia familiare

Il coinvolgimento familiare attraverso un servizio di supporto e terapia familiare si rivela un intervento utile in ausilio a terapie individuali dove, oltre alla sofferenza del giovane affrontata in terapia individuale CBT, ci siano elementi di sofferenza nel nucleo famigliare. Quando il giovane è un adolescente gli interventi di sostegno e terapia familiare risultano essere necessari.

Nello specifico gli interventi di sostegno e terapia familiare risultano utili quando l'adolescente o il giovane adulto:

  • non è motivato alla terapia individuale nonostante presenti evidenti segni di disagio e sofferenza
  • è fortemente dipendente dalla famiglia di origine; indipendenza e autonomia sono compromesse in una fase in cui dovrebbe essere avvenuto lo svincolo; non è in grado di sostenere un percorso psicoterapeutico individuale
  • mostra ritiro sociale
  • le relazioni con i familiari conviventi sono caratterizzate da conflittualità o distanza, tali da generare una sofferenza individuale e relazionale importante
  • stallo o peggioramento sintomatologico con una terapia individuale in corso
  • è necessario rintracciare e attivare risorse familiari a sostegno del percorso individuale
  • soffre di Disturbi dell’Alimentazione

Come si realizzano il sostegno e la terapia familiare

Gli interventi di sostegno e terapia familiare avvengono seguendo il seguente iter:

  • Compilazione di una scheda telefonica della durata di 10-15 minuti. Questa fase precede la consultazione vera e propria. Durante questa breve intervista vengono raccolte informazioni preliminari che servono al terapeuta a orientare il primo colloquio con la famiglia.
  • Fase diagnostica e di consultazione. L'intervento con il coinvolgimento della famiglia comincia con un ciclo di 2-3 incontri della durata di due ore ciascuno in presenza dell'intera famiglia nucleare (genitori e fratelli). In alcun casi il terapeuta può decidere, sulla base delle informazioni preliminari raccolte telefonicamente, di fare un primo incontro con i soli genitori. In questa prima fase diagnostica viene raccolta la storia familiare e il punto di vista di ciascuno rispetto al problema per cui si richiede l'intervento familiare, particolare attenzione viene rivolta anche alle modalità di relazionarsi e di comunicare gli uni con gli altri.
  • Definizione del problema in termini relazionali e condivisione con la famiglia. Un incontro, in cui si tratteggia anche il percorso successivo ed eventuali incontri con formati diversi da quello con l'intera famiglia (sottosistemi: coppia, fratria, terza generazione, figlio/genitore)

A seconda delle esigenze del caso, dopo una fase di attenta valutazione, sono previsti interventi specifici individuali, di coppia o familiari.

Sostegno e terapia familiare in fase di separazione e/o divorzio

Tale servizio si effettua in associazione a una terapia individuale CBT con i seguenti scopi:

  • gestire la conflittualità di coppia e impedire che i figli vengano coinvolti/strumentalizzati nel conflitto di coppia
  • aiutare la coppia  a mantenere una buona funzionalità e comunicazione come coppia genitoriale nell'interesse dei bisogni dei figli
  • mediazione nella gestione delle visite e del collocamento dei minori
  • aiutare la coppia nella comunicazione con i figli e nella gestione delle reazioni che questi hanno alla notizia della separazione e al successivo cambiamento
  • sostenerli in coppia o individualmente nell'elaborazione del lutto del progetto di coppia e familiare

Sostegno al percorso adottivo

Il percorso adottivo è una strada molto complessa, attraverso cui i genitori e figli necessitano di essere accompagnati e informati. I servizi si occupano della fase pre-adottiva ma spesso, dopo l'abbinamento, la famiglia viene lasciata sola a gestire la complessità della relazione genitori/ figli.

Un buon percorso post-adottivo è utile a :

  • prevenire il fallimento adottivo supportando i genitori nella strutturazione di una base sicura per il bambino
  • accompagnare la famiglia nell'affrontare il delicato tema delle origini del bambino che devono essere recuperate, valorizzate e integrate alla storia della nuova famiglia che si sta formando.

Bibliografia

  • Bowen M, Dalla famiglia all'individuo, Astrolabio, Roma, 1979
  • Boszormenyi-Nagy, I., Framo, J. (1965) (a cura di) Psicoterapia intensiva della famiglia. Tr. it. Boringhieri, Torino 1969.
  • Canevaro A, Quando volano i cormorani. Terapia individuale sistemica con il coinvolgimento dei familiari significativi, Borla, 2009
  • Framo J. L., Terapia intergenerazionale. Un modello di lavoro con la famiglia d’origine. Cortina Editore. Milano.1996
  • Minuchin, S. (1974) Famiglie e terapia della famiglia. Tr. it. Astrolabio, Roma 1976.
  • Williamson D.S. (1982). La conquista dell'autorità personale nel superamento del confine gerarchico internazionale, in Terapia Familiare, n.11, A.P.F., Roma.
  • Selvini M., Sorrentino A.M., Gritti M.C.,  (2012), Promuovere la resilienza “individuale-sistemica”: un modello a sei fasi. In Psicobiettivo, vol. XXXII.L

L'adozione

  • Bagdadi, M. P, “Sono stato nella tua pancia? Come affrontare con intelligenza e creatività le difficoltà tra genitori e figli adottivi”, Ed. Scientifiche italiane, Napoli, 2004
  • Bowlby, J. “Attaccamento e perdita”, vol. 1-2-3, Boringhieri, Milano, 1983
  • Cirillo, S., “Cattivi genitori”, Raffaello Cortina, Milano, 2005
  • Gezzi, D., Vadilonga, F., “La tutela del minore”, Raffaello Cortina ed., Milano, 1996
  • Vadilonga, F., “Curare l’adozione”, Raffaello Cortina ed., Milano, 2010
  • Verrier, N.N., “La ferita primaria. Comprendere il bambino adottato”, Il Saggiatore, Milano, 2007
  • Verardo, A.R. “La giusta distanza. Il giocolibro per l’adozione, Fell Safe, 2014

La separazione

  • Barry, S., “Le droit de parole de l’enfant dans la separation parentale, thèse de doctorat en psychologie”, Université Louvain, 1987
  • Barry, S., “ L’implication de l’enfant – sa piace dans la reorganisation familiales”, in L. Boyer, “La mediazione familiare, Liguori, Napoli
  • Bornstein, M.T., Bornstein, P.H., Walters, H.A., “Children of divorce: empirical evaluation of a group –traeatment program, University of Montana, in Jornal of consulting and clinical psichology”, 1989, Vol.57, No. 5, 583-589
  • Bowlby, J., “Una base sicura”, R. Cortina ed., Milano, 1989
  • Bradley, A. e Beveridge, J, “Mamma e papà si separano. Come aiutare ad affrontare serenamente questa esperienza”, RED, 2010
  • Cigoli, V., “Il legame disperante. Il divorzio come dramma di genitori e figli”, Cortina, Milano, 1988
  • Dell’Antonio, A., “Il bambino conteso”, Giuffrè, Milano, 1993
  • Dolto, F.,” I problemi dei bambini, tradution Laffont”, Paris, 1985
  • Fillion, L., “La médiation familiale: pour renouer les fils brisés de la parole et de l’écoute”, Prisme, 1995
  • Leguti, L. E., “I gruppi di supporto per figli di genitori separati come opportunità di elaborazione della crisi”, Tesi di Specializzazione in Psicoterapia Cognitiva e Cognitivo Comportamentale, Studi Cognitivi, 2005
  • Marzotto, C., Telleschi, R., “Comporre il conflitto genitoriale”, Unicopii, Milano, 1999
  • Marzotto, C., (a cura di), ”I gruppi di parola per figli di genitori separati”, Milano, Vita e pensiero ed., 2010
  • Teyber, E., “Aiutare i figli ad affrontare il divorzio”, Calderoni, Bologna, 1996

Sostegno e terapia della famiglia, le sedi a cui rivolgersi

Studi Cognitivi Firenze

Firenze

Via delle Porte Nuove, 10 50144 Firenze
Tel/Fax 055 3245357
info@scuolacognitivafirenze.it
Studi Cognitivi Mestre

Mestre

Via Mestrina, 6 Scala C - 30172 Mestre (Venezia)
Tel 041 8020936
mestre@ptcr.it
Studi Cognitivi Milano

Milano

Foro Bonaparte, 57- 20121 Milano
02 4150998
02 87238216
info@studicognitivi.net
Studi Cognitivi Milano PTCR

Milano PTCR

Foro Buonaparte, 57 20121 Milano
Tel 02 4150998 – Fax 02 87238216
info@ptcr.it
Studi Cognitivi San Benedetto del Tronto

San Benedetto del Tronto

Viale Secondo Moretti, 44 63074 S. Benedetto del Tronto
Tel 0735 587194 – Fax 0735 575140
sanbenedettodeltronto@studicognitivi.net

Sostegno e terapia della famiglia, i centri clinici affiliati a cui rivolgersi

Sostegno e terapia della famiglia, per il trattamento dei disturbi: