Coping Power Program per i Disturbi da Comportamento Dirompente

Coping Power Program per i Disturbi da Comportamento Dirompente

Perché inserire il Coping Power Program nel trattamento dei disturbi del comportamento nell'infanzia

Il Coping Power Program è un protocollo di trattamento multimodale per i Disturbi da Comportamento Dirompente, sviluppato da J. Lochman nel corso degli anni 90, validato in Italia e utilizzato dal 2008 nel servizio “Al di là delle nuvole” dell’IRCCS Stella Maris di Calambrone (PISA).

Il Coping Power Program risponde all'esigenza di utilizzare un protocollo per la gestione dei Disturbi da Comportamento Dirompente che fosse supportato empiricamente. Nell’ambito dei disturbi del comportamento la letteratura scientifica e le linee guida internazionali raccomandano prima di tutto di individuare se le difficoltà comportamentali sono legate a problemi ambientali, a disturbi neurologici o patologie mediche o ad altri disturbi psichiatrici. Frequentemente inoltre i Disturbi da Comportamento Dirompente si trovano in associazione tra loro (Disturbo Oppositivo Provocatorio, ADHD, Disturbo della Condotta), con disturbi dell’area internalizzante (Disturbi d’Ansia, Disturbi dell’Umore), con Disturbi Specifici dell’Apprendimento e con il Disturbo della Coordinazione Motoria. Pertanto nel tempo sono stati sviluppati variegati approcci di presa in carico di queste problematiche, ma solo alcuni trattamenti sono stati supportati empiricamente, tra cui, appunto, il Coping Power Program.

Gli obiettivi del Coping Power Program

La psicoterapia per i disturbi del comportamento dei bambini si basa sull’utilizzo del protocollo cognitivo comportamentale Coping Power Program.

Gli obiettivi principali che il Coping Power Program si pone per i bambini sono:

  • — sviluppare l’abilità di intraprendere obiettivi a medio e lungo termine;
  • — incrementare la capacità di organizzare efficacemente lo studio;
  • — sviluppare capacità di controllo della rabbia, tramite la modulazione dei segnali fisiologici, dei pensieri e dei comportamenti ad essa legati;
  • — permettere al minore di capire e accettare il punto di vista dell’altro;
  • — insegnare modalità adeguate per entrare a far parte del gruppo dei pari;
  • — sviluppare la capacità di resistere alle pressioni dei pari.

Gli obiettivi principali che il Coping Power Program si pone per i genitori sono:— 

  • sviluppare la tendenza a gratificare e fornire attenzione positiva;
  • —stabilire regole chiare ed esprimere le aspettative sul comportamento del figlio;
  • —promuovere l’organizzazione e le abilità di studio;
  • —utilizzare appropriate pratiche educative;
  • —modulare lo stress genitoriale;
  • —incrementare la comunicazione familiare e le capacità genitoriali di soluzione di problemi.

Come è strutturato il Coping Power Program

Il Coping Power Program è progettato per essere svolto in circa 30 incontri strutturati, con frequenza settimanale, della durata di 90 minuti; si prevedono anche 16 sessioni per i genitori a cadenza quindicinale di 60 minuti ciascuno. I gruppi sono costituiti da circa 4/5 bambini di 8-10 anni, che presentano Disturbi da Comportamento Dirompente (ADHD, DOP, DC).

Il trattamento può essere realizzato anche in sedute individuali della durata di 45 minuti ciascuna a cadenza settimanale e prevede il coinvolgimento dei genitori.

Bibliografia

  • Webster – Stratton C., Reid J. M., Hammond M. (2004). "Treating Children With Early-Onset Conduct Problems: Intervention Outcomes for Parent, Child, and Teacher Training". In Journal of Clinical Child and Adolescent Psychology, Vol. 33, No. 1, 105–124
  • J.E. Lochman, K. Wells e L.A. Lenhart (a cura di), Coping Power (ed. it. a cura di P. Muratori, L. Polidori, L. Ruglioni, A. Manfredi e A. Milone). Trento: Erickson.
  • Bertacchi I., Giuli C., Muratori P. (2016). Coping Power nella scuola primaria: gestire i comportamenti problematici e promuovere le abilità relazionali in classe. Trento: Erickson.
  • Lochman J.E. e Wells K.C. (2002). "The Coping Power Program at the middle-school transition: Universal and indicated prevention effects". In Psychology of Addictive Behaviors, vol. 16, pp. 40-54.
  • Muratori P., Polidori L., Lambruschi F., Lenzi F., Manfredi A., Ruglioni L., Lochman J.E., Milone A. (2013). "Un modello di trattamento in setting di gruppo per i Disturbi da Comportamento Dirompente in età evolutiva: Il Pisa Coping Power Program". In Psicologia Clinica dello Sviluppo, vol. 17, pp. 411-428.

Coping Power Program per i Disturbi da Comportamento Dirompente, le sedi a cui rivolgersi

Studi Cognitivi Mestre

Mestre

Via Mestrina, 6 Scala C - 30172 Mestre (Venezia)
Tel 041 8020936
mestre@ptcr.it
Studi Cognitivi Milano

Milano

Foro Bonaparte, 57- 20121 Milano
02 4150998
02 87238216
info@studicognitivi.net
Studi Cognitivi Milano PTCR

Milano PTCR

Foro Buonaparte, 57 20121 Milano
Tel 02 4150998 – Fax 02 87238216
info@ptcr.it
Studi Cognitivi San Benedetto del Tronto

San Benedetto del Tronto

Viale Secondo Moretti, 44 63074 S. Benedetto del Tronto
Tel 0735 587194 – Fax 0735 575140
sanbenedettodeltronto@studicognitivi.net

Coping Power Program per i Disturbi da Comportamento Dirompente, per il trattamento dei disturbi: