Processo terapeutico

Un altro ambito di ricerca in cui è coinvolto il gruppo ricerca di Studi Cognitivi è quello sui processi terapeutici. Si tratta di un filone di ricerca che spesso è stato trascurato nel mondo cognitivo. Il presupposto è quello di non dare per scontato che in terapia esistano e funzionino solo i meccanismi e gli interventi terapeutici cognitivi predefiniti in via teorica. Sulla base di questo presupposto si riteneva fosse sufficiente misurare l’efficacia della terapia perché il processo terapeutico descritto dalla teoria cognitiva fosse automaticamente dimostrato come quello “vero”. In realtà questo è un principio ingenuo, poiché non va a osservare direttamente il concreto operare del processo terapeutico cognitivo così come è definito dalla teoria.

Questo filone si propone quindi di andare a vedere direttamente cosa accade in seduta. Il metodo di raccolta dati di prima scelta diventa quindi la registrazione e la trascrizione delle sedute, per misurare l’effettiva esistenza concreta e l’effettiva azione terapeutica di meccanismi sia cognitivi che non cognitivi (questi ultimi per ottenere un controllo) .

I trascritti di sedute vengono valutati usando scale che definiscono operativamente interventi terapeutici di vario orientamento. Noi abbiamo scelto la CPIRS (Comprehensive Psychotherapeutic Interventions Rating Scale, Trijsburg, 2005) dalla quale abbiamo preso definizioni operative di interventi cognitivi standard per confrontarli con interventi e processi terapeutici di tipo emozionale, motivazionale, interpersonale e relazionale, misurati con il Therapeutic Cycle Model (TCM) di Mergenthaler (1996, 1998, 2002) a con l’Analisi degli Indicatori della Motivazione Interpersonale nei Trascritti (AIMIT) di Monticelli e Liotti (2008). Il tentativo non né un banale confronto tra generici concetti di cognizione calda e fredda, ma analizzare l’interazione tra interventi attivi e didattici (cioè operativamente cognitive) e interventi interpersonali spontanei e procedurali (cioè operativamente emotivi e interpersonali) al fine di stabilire come potrebbero influenzarsi tra loro in maniera significativa o meno.

 

PUBBLICAZIONI

Libri

Ruggiero, G.M., Sassaroli, S. (2012). Il Colloquio in Psicoterapia Cognitiva. Teoria e Pratica Clinica.  Raffaello Cortina Editore