depressione

Lo studio dei processi cognitivi implicati nella genesi e nel mantenimento dei disturbi depressivi è una delle attività intraprese recentemente dal gruppo di ricerca. La depressione è una condizione mentale cronica e ricorrente di malessere psicologico e compromissione del funzionamento personale e sociale caratterizzata da sintomi cognitivi, comportamentali, somatici ed affettivi. La letteratura scientifica indica la depressione come la seconda più frequente causa di disabilità a livello mondiale.

La psicoterapia e la terapia farmacologica hanno raggiunto, nel corso degli anni, discreti risultati nella remissione parziale dei sintomi depressivi. Tuttavia recenti studi mostrano l’importanza e l’efficacia di nuove forme di trattamento che si focalizzano su sintomi residuali come la ruminazione mentale, intesa come la tendenza a rimanere fermi ad analizzare i propri problemi e il proprio malessere senza riuscire a distrarsi.

Il nostro progetto di ricerca mira a esplorare e definire (1) il ruolo della ruminazione mentale nel mantenimento dei disturbi depressivi, (2) l’interconnessione con altri sintomi residuali come l’autocriticismo e la difficoltà ad abbandonare scopi di vita; (3) verificare l’efficacia di trattamenti focalizzati sulla modificazione di questi stili di pensiero.

 

PUBBLICAZIONI

Articoli su riviste peer-reviewed

  • Manfredi, C., Caselli, G., Pescini, F., Rossi, M., Rebecchi, D., Ruggiero, G.M., Sassaroli, S. (2016). Parental criticism, self-criticism and their relation to depressive modd: an exploratory study among a non-clinical population. Research in Psychotherapy: Psychopathology, Process and Outcome, 19, 1-8. 
  • Nikčević, A.V., Caselli, G., Green, D., Spada, M.M. (2014). Negative recurrent thinking a a moderator of the relatioship between perceived stress and depressive symptoms.  Journal of Rational-Emotive & Cognitive Behavior Therapy, 32, 248-256. 
  • Bassanini, A., Caselli, G., Fiore, F., Ruggiero, G.M., Sassaroli, S., Watkins, E.R. (2014). Why “why” seems better than “how”. Processes underlining repetitive thinking in an Italian non-clinical sample. Personality and Individual Differences, 64, 18-23. 
  • Caselli, G., Decsei-Radu, A., Fiore F., Manfredi C., Querci, S., Sgambati, S., Rebecchi, D., Ruggiero G.M., Sassaroli, S. (2014). Self-Discrepancy monitoring and its impact on negative mood: an experimental investigation. Behavioral and Cognitive Psychotherapy, 42(4), 464-478. 
  • Caselli, G., Giovini, M., Giuri, S., & Rebecchi, D. (2011). Psicopatologia cognitiva della ruminazione. Psicoterapia comportamentale e cognitiva, 17(2), 173-185. 
  • Manfredi, C., Caselli, G., Rovetto, F., Rebecchi, D., Ruggiero G.M., Sassaroli S., Spada, M.M. (2011). Temperament and Parental Styles as Predictors of Ruminative Brooding and Worry. Personality and Individual Differences, 50, 186-191. 

Capitoli di libri

  • Caselli, G. & Rebecchi D. (2011). La Psicoterapia Cognitiva della ‘Cara Depressione’. In G. Palmieri & C. Grassilli (a cura di), La Psicantria. Manuale di psicopatologia cantata (pp.49-52). Molfetta: Edizioni La Meridiana.
  • Caselli, G. & Rebecchi D. (2011). La tristezza. In M. Apparigliato & S. Lissandron (a cura di), La cura delle emozioni in terapia cognitiva, (pp. 127-150). Roma: Edizioni Alpe.