NATO Advanced Research Workshop (NATO ARW)

Predictors of Opposition to Modernity and of Identification with Terrorism among Young European Immigrants

nato science for peace and security

I NATO ARW sono meeting scientifiche che permettono a piccolo gruppi di esperti di produrre una revision critica delle conoscenze esistenti circa un tema rilevante per la pace e la sicurezza dei cittadini nonché individuare direzioni di ricerca future.

Nel 2010 Studi Cognitivi si è fatto promotore di un’iniziativa riconosciuta dalla NATO e sostenuta dal Science for Peace and Security Programme (SPS) per il coordinamento di un NATO ARW su i predittori in campo psico-sociale dell’opposizione alla modernità e identificazione con il terrorismo tra giovani immigrati Europei.

L’obiettivo del NAT ARW è stato quello di aprire un tavolo di discussione con esperti internazionali per raccogliere conoscenze sulle motivazioni psicologiche, sociali e culturali che possono incoraggiare un’attitudine ostile e comportamenti aggressivi verso la società da parte di giovani immigrati Europei.

Il NATO ARW del 2010 ha rappresentato solo la prima tappa di un progetto più ampio teso a definire metodi di ricerca utilizzabili per l’esplorazione di questo tema, identificare strumenti per la raccolta e l’analisi dei dati e definire linee di ricerca condivise da parte degli esperti partecipanti.

Perspective on Immigration and Terrorism

Il progetto, coordinato da Sandra Sassaroli e Giovanni M. Ruggiero, ha coinvolto esperti ricercatori provenienti da diversi paesi Europei e non quali, tra i quali: Danimarca, Israele, Stati Uniti, Regno Unito, Olanda, Turchia, Francia e Italia.

Perspectives on Immigration and TerrorismLe presentazioni e i contributi dei partecipanti al NATO ARW sono state raccolte e pubblicate in una monografia a cura di  Sassaroli e Ruggiero dal titolo: Perspective on Immigration and Terrorism (http://www.iospress.cn/loadtop/load.php?isbn=9781607506850).

Il lavoro del NATO ARW ha permesso di definire le linee di ricerca future sul tema e di avviare progetti di collaborazione internazionale tese ad approfondire questo tema di rilievo per la sicurezza internazionale.

Per informazioni: gm.ruggiero@studicognitivi.net